SEMINARIO DEL GIORNO 09/03/2010

Titolo:

Il paesaggio sonoro come strumento eco-semiotico

Relatore:

Prof. Almo Farina, Dr. Rachele Malavasi, Dr. Nadia Pieretti.

Luogo:

Aula II Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica 13).

Orario:

16:00 - 18:00.

Numero di crediti:

0.25.

Vincoli di partecipazione:

Nessuno.

Sommario:

Il soundscape rappresenta una dimensione informativa molto utilizzata dal mondo animale. L'investimento evolutivo (adattamento) ed il massiccio impiego energetico ci fanno ritenere con ragionevole certezza che molti organismi animali modulino appropriate e specifiche nicchie acustiche funzionali alla loro sopravvivenza.

Gli uccelli sono il gruppo di animali che oltre all'uomo, alle scimmie antropomorfe ed ai cetacei fanno uso di complesse vocalizzazioni. La scienza della bioacustica Ŕ molto sviluppata ma scarse sono le informazioni sul ruolo ecologico dei suoni (chianti, richiami, allarmi).

Per questo il paesaggio sonoro diventa campo di investigazione molto promettente. In particolare la struttura della nicchia acustica delle singole specie all'intero di una comunitÓ di uccelli sembra essere il risultato di raffinati aggiustamenti evolutivi. Inoltre lo stretto rapporto tra struttura dell'ambiente, complessitÓ tassonomica delle comunitÓ e fenologia delle manifestazioni acustiche richiede innovativi strumenti di indagine. In questa direzione vanno individuati opportuni indici sintetici capaci di cogliere i complessi pattern emergenti dei paesaggi sonori.

Docente di riferimento:

Dott. Emanuele Lattanzi.

Ultima modifica: 09/03/2010 Approvato da: Presidente CCdL